Segnalazione illeciti

Con la LEGGE 6 novembre 2012, n. 190 il legislatore ha previsto un sistema organico di prevenzione della corruzione a tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower).

La norma tutela il pubblico dipendente che denunci condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, impedendo che lo stesso possa essere sanzionato, licenziato o sottoposto ad ogni tipo di discriminazione a causa della denuncia.

La Legge 190/2012 ed il Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.) adottato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione pubblica, obbligano l’Amministrazione a predisporre adeguati sistemi di riservatezza dell’identità del segnalante.

Formez PA, rilevata la necessità di adottare misure idonee a incoraggiare i dipendenti a denunziare illeciti ed irregolarità di cui vengono a conoscenza nell’ambito del rapporto di lavoro e di approntare adeguate forme di tutela della riservatezza della loro identità analoghe a quanto stabilito per i dipendenti pubblici di cui all’art. 2 comma 2 e art. 3 del D. Lgs. 165/2001, con la Delibera n. 31 del 28 aprile 2016 del Commissario Straordinario ha adottato il seguente regolamento:

Regolamento Segnalazione illeciti (whistleblowing)

MODULO PER LE SEGNALAZIONI 

Avviso: per utilizzare correttamente il modulo per la compilazione e l’invio delle segnalazioni on line è necessario avere Adobe Reader 8 o versioni successive. Il programma è scaricabile gratuitamente al seguente indirizzo http://www.adobe.com/products/acrobat/readstep2.html.
E' comunque preferibile salvare il modulo sul desktop del PC e aprirlo con Adobe Reader. 

Data pubblicazione: 
Martedì, 28 Marzo, 2017 - 16:39