Home > Notizie > Commissione europea adotta l’agenda “Legiferare meglio” per migliorare il processo legislativo Ue e l’attuazione delle politiche comunitarie.

Commissione europea adotta l’agenda “Legiferare meglio” per migliorare il processo legislativo Ue e l’attuazione delle politiche comunitarie.

Creato il:  1 Giugno 2015

La Commissione europea adotta un importante pacchetto di riforme per rendere più trasparenti i processi decisionali a livello Ue, migliorare la qualità delle nuove normative anche al fine di evitare oneri burocratici inutili, e promuovere la revisione costante delle leggi esistenti.

L’insieme delle riforme è contenuto nell'agenda Legiferare meglio, il cui obiettivo principale è riformare il ciclo politico, prevedendo valutazioni d'impatto delle norme Ue, sia in fase di preparazione delle proposte, che relativamente agli emendamenti presentati durante il processo legislativo, in modo che le decisioni politiche siano prese con cognizione di causa e si basino su elementi concreti.

La Commissione intende anche trasformare il comitato per la valutazione d'impatto, istituito nel 2006, in un comitato indipendente per il controllo normativo, con un ruolo incisivo nel verificare la qualità delle valutazioni d'impatto delle nuove proposte legislative e di quelle vigenti: i suoi membri avranno maggiore indipendenza e metà di essi proverranno dall'esterno della Commissione.

A questo impegno contribuiranno anche il Parlamento europeo e il Consiglio, attraverso un nuovo accordo interistituzionale per semplificare il processo di legiferazione, che dovrebbe essere concluso entro la fine del 2015, prevedendo una pianificazione annuale e pluriennale coordinata, compresa una consultazione sul programma di lavoro della Commissione; una maggiore trasparenza sui negoziati trilaterali; sforzi congiunti per ridurre il "gold-plating" (sovraregolamentazione) ingiustificato della normativa dell'UE da parte degli Stati membri.

Le riforme puntano a non impattare sugli investimenti in materia di tutela della salute dei cittadini, della sicurezza sul lavoro e dell'attenzione all'ambiente, alimentando diversi dibattiti sulla necessità di garantire un equilibrio tra la tutela legittima dei lavoratori e la riduzione della burocrazia: fortemente discussa è, ad esempio, l’opportunità di prevedere l’esenzione totale delle microimprese dall'obbligo di fornire la documentazione sulla valutazione dei rischi per la salute, nel tentativo di garantire un equilibrio tra la tutela legittima dei lavoratori e la riduzione della burocrazia.

Il percorso appena iniziato con l’adozione dell’agenda “Legiferare meglio” è dunque caratterizzato dalla esigenza di produrre una  legislazione che sia comprensibile e chiara, che definisca diritti e obblighi facilmente comprensibili per le parti in questione, e che non comporti costi sproporzionati, oltre a rivelarsi di facile attuazione.

Anche i cittadini verranno coinvolti maggiormente nel processo decisionale, con la creazione di un portale web che permetterà di seguire le iniziative e le nuove consultazioni pubbliche durante la valutazione delle politiche esistenti o di nuove possibili proposte.

Verrà inoltre rafforzato il programma di controllo dell'adeguatezza e dell'efficacia della regolamentazione (REFIT), e verrà istituita una piattaforma permanente per il dialogo con gli stakeholder, per coinvolgere imprese, società civile, parti sociali, Comitato economico e sociale europeo e Comitato delle Regioni nello sforzo di riduzione degli oneri normativi e amministrativi.

La Commissione reagirà a tutti i suggerimenti della piattaforma, e spiegherà sistematicamente il modo in cui intende darvi seguito; rinnova inoltre il suo impegno ad ascoltare le opinioni di tutte le parti interessate, grazie alla creazione dello strumento online "Dateci una mano - dite la vostra".

 

Staff Europe Direct

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:29