Home > Notizie > Commissione europea: nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori

Commissione europea: nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori

Creato il:  14 Luglio 2014

Dopo l'entrata in vigore il 13 giugno 2014 della nuova direttiva europea sui diritti dei consumatori, il commissario per la Politica dei Consumatori Neven Mimica ha presentato a Roma il 7 luglio la campagna per divulgarne i contenuti.

La finalità della campagna di informazione, presentata nella sede della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, è quella di far valere i diritti dei consumatori e quindi di farli conoscere il più possibile a tutti i cittadini europei. Oltre al commissario per le Politiche dei consumatori, sono intervenuti il Garante per la Concorrenza e il mercato, Giovanni Pitruzzella e il sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari.
 
La nuova normativa UE aiuterà dunque i consumatori a far valere i propri diritti. Essi infatti, risultano più rafforzati su tutto il territorio dell'Unione europea per qualunque acquisto effettuato, sia online che tramite vendita diretta.

La direttiva, inoltre, armonizza vari aspetti rilevanti delle normative nazionali, come ad esempio quello delle informazioni da fornire al consumatore prima degli acquisti di servizi e beni e il relativo diritto ad annullare gli acquisti online. Da oggi, dunque, i consumatori possono contare sugli stessi diritti in tutta l'UE, a prescindere dal luogo in cui hanno effettuato i loro acquisti.
 
Con questa normativa, inoltre, sono state previste maggiori informazioni precontrattuali per i consumatori, in particolare, nei contratti a distanza e negoziati al di fuori dai locali commerciali. 

Tra le principali novità, si segnala anche il diritto di ripensamento che il consumatore può esercitare entro un termine più ampio: 14 giorni rispetto ai precedenti. Nel caso in cui poi il consumatore non sia stato preventivamente informato sul diritto al ripensamento, il recesso viene esteso dagli attuali 60/90 giorni - rispettivamente dalla conclusione del contratto o dalla consegna del bene - a ben 12 mesi.

Di seguito, un elenco delle ulteriori novità introdotte dalla nuova normativa UE:
- maggiore trasparenza dei prezzi;
- eliminazione delle sovrattasse ingiustificate per l'uso di carte di credito e di servizi di assistenza telefonica;
- divieto di caselle preselezionate su internet, ad esempio quando si acquistano biglietti aerei;
- prolungamento del periodo di ripensamento, da 7 giorni a 14 giorni, ovunque nell'Unione europea;
- diritti di rimborso più solidi, entro 14 giorni dall'annullamento dell'acquisto da parte del consumatore;
- norme che vietano le trappole online, quali offerte internet a titolo apparentemente gratuito ma in realtà a pagamento (per esempio oroscopi o ricette);
- migliore protezione in relazione ai contenuti digitali, in particolare riguardo alle informazioni su software e hardware utilizzati dai prodotti.

Non solo i cittadini, ma anche le imprese potranno beneficiare di queste nuove norme, che creano condizioni di parità e rendono meno oneroso offrire prodotti e servizi in un contesto transfrontaliero.
 
La Commissione europea ha inoltre elaborato un documento di orientamento per le autorità nazionali, al fine di garantire che queste nuove norme siano applicate in modo uniforme in tutta l'UE,  che comprende anche un modulo facoltativo da riportare sui prodotti digitali contenente informazioni essenziali per i consumatori.
 
Fonte: Rapid

A cura dello Staff Europe Direct Roma

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28