Home > Notizie > Concorso dirigenti scolastici: il Tar del Lazio boccia il ricorso degli esclusi

Concorso dirigenti scolastici: il Tar del Lazio boccia il ricorso degli esclusi

Creato il:  7 Novembre 2012

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato da alcuni candidati al concorso per 2386 posti di dirigente scolastico, i quali, dopo non aver superato la prova preselettiva del 12 ottobre 2011, ne hanno contestato la validità.
 
La sentenza n. 8141 del Tar ha riconosciuto la conformità del ricorso alle prove preselettive "ai principi di buona organizzazione, efficienza e razionalità dell'azione della Pubblica Amministrazione".
 
Il quadro normativo della pronuncia è rintracciabile nel regolamento sui concorsi per l'accesso agli impieghi nella Pubblica Amministrazione, articolo 7, comma 2 bis, del decreto del Presidente della Repubblica n. 487 del 1994 e nel regolamento che dal 2008 disciplina i concorsi a posti di dirigente scolastico (D.P.R. n. 140).
 
L'esistenza di quesiti erronei, inoltre, non ha leso il principio di par condicio dei concorrenti, in quanto "ai candidati presentatisi il giorno dell'esame è stata sottoposta la stessa banca dati di domande nell'ambito della quale una procedura di sorteggio automatizzata ha individuato quelle di ciascuno; sono stati cioè posti tutti nella stessa condizione, di affrontare col loro bagaglio culturale le domande estratte". 
 
SCARICA LA SENTENZA DEL TAR
 
LEGGI L'ARTICOLO DI ITALIA OGGI
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28