Home > Notizie > D'Alia per una PA verso le imprese e le famiglie

D'Alia per una PA verso le imprese e le famiglie

Creato il:  31 Maggio 2013

Una consultazione pubblica per chiedere ai cittadini il loro parere su 100 procedure da semplificare, lotta alla corruzione quale "tassa schifosa" che molte imprese sono costrette a pagare e una profonda riflessione sul Titolo V della Costituzione, superando le resistenze che ci sono. Queste le direttrici per il cambiamento della Pubblica Amministrazione, date dal Ministro per la PA e la Semplificazione Gianpiero D'Alia, durante il convegno di chiusura del Forum PA 2013. "Stiamo lavorando con le imprese - ha aggiunto il Ministro - ad un pacchetto di semplificazioni da portare nelle prossime settimane in Consiglio dei Ministri".
 
Tre giorni di incontri, dibattiti e convegni, per capire qual è lo stato di salute della Pubblica Amministrazione, tra innovazione, nuove sfide e spending review. Il quadro che emerge dal Forum PA 2013 è quello di una Pubblica Amministrazione vitale, che deve andare incontro alle imprese e alle famiglie. "La diminuzione di un 1% di inefficienza della PA - ha detto Giorgio Squinzi - genererebbe un incremento dell'1% del PIL pro capite. Un dato che ci deve far meditare".
 
"Se finalmente impresa e PA lavorano insieme, non su annunci ma su misure concrete, tutto è possibile per il Paese" commenta Carlo Flamment, presidente Formez PA: "Al Forum ho respirato un clima di collaborazione tra Governo, amministrazioni locali e mondo dell'impresa che non vedevo da anni, favorevole per la ripresa economica del Paese. Abbiamo le risorse economiche finanziarie e il capitale umano non solo per uscire dalla recessione, ma per diventare la locomotiva dell'Europa".
 
"Sentendo il ministro D'Alia - continua Flamment - si capisce che questo Governo ha la convinzione e la determinazione per operare subito per un welfare piu equilibrato per i giovani e per realizzare misure urgenti come quelle sui DURC, sui tutor d'impresa, sulle misure per i fondi di rotazione e garanzia, sulla contribuzione per i neoassunti, creando lavoro ed aiutando la ripresa. E le imprese, in un nuovo spirito di collaborazione, sono pronte ad investire e a creare occupazione con la consapevolezza - condivisa dal Formez e ribadita dal Ministro - che 'made in italy', turismo e beni culturali, agroalimentare e Mezzogiorno, sono elementi che, se inseriti in una strategia Paese, offrono un serbatoio di vantaggi competitivi per l'Italia del prossimo decennio".
 
Infine, un incoraggiamento alla strada intrapresa sui concorsi pubblici viene sempre da D'Alia, che ha parlato di prolungare la validità delle graduatorie dei concorsi. "E' un cambio culturale - ha  detto Flamment - basta concorsi singoli per ogni amministrazione, occorre recuperare fiducia e trasparenza. Vince l'esempio portato avanti dall'ex ministro Fabrizio Barca con il concorsone per 70 amministrazioni, realizzato dal Formez".

Guarda gli interventi al convegno inaugurale:

Carlo Flamment 
Ministro Gianpiero D'Alia 
Franco Bassanini
Stefano Parisi
Ministro Graziano Delrio

Segui l'intervento del Ministro Gianpiero D'Alia al convegno finale

Fotogallery

 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28