Home > Notizie > Easy Italia aiuta i vigili del fuoco a salvare due turisti spagnoli

Easy Italia aiuta i vigili del fuoco a salvare due turisti spagnoli

Creato il:  7 Settembre 2010

Due giovani spagnoli che facevano free climbing sul Massiccio del Gennargentu, in Sardegna, sono stati salvati grazie all’intervento tempestivo di “Easy Italia-Linea Amica per il turismo”, servizio telefonico in 7 lingue realizzato da Formez PA su iniziativa del Ministro del Turismo, che risponde al numero 039.039.039

Tutto comincia intorno alle 22 del 6 settembre 2010, quando gli operatori di Easy Italia vengono contattati dai Carabinieri e poi anche dai Vigili del Fuoco di Nuoro. Non conoscendo l’italiano, né l’inglese, due giovani spagnoli in vacanza in Sardegna – Jesus e Ferran - chiedono urgentemente aiuto, ma non riescono a comunicare le loro coordinate, né a descrivere il loro problema. Dal tono della telefonata, però, i Vigili riscontrano nei giovani un evidente stato di agitazione. Quasi contemporaneamente sia i Vigili che i Carabinieri hanno composto il numero di “Easy Italia-Linea Amica per il turismo” per chiedere, attraverso una mediazione linguistica di risalire alla posizione esatta in cui si trovano i ragazzi. A quel punto l’operatrice di Easy Italia si mette in contatto con i due spagnoli sul loro cellulare: questi ultimi affermano di non trovarsi su di un tracciato (come ipotizzavano i soccorritori), ma di essere bloccati sulla parete rocciosa sulla quale si erano arrampicati, seduti su uno sperone e appesi alle corde, con poca acqua e poco cibo, ma in perfetta salute.

L’operatrice scopre che i due si trovano sul Massiccio del Gennargentu, in località Montagna Su Cusidoro: si è fatta notte, i giovani non riescono a ridiscendere il dirupo. La telefonata si svolge in modalità di conversazione a tre: grazie alla traduzione simultanea di Easy Italia, i Vigili del Fuoco riescono a localizzare i ragazzi e a tranquillizzarli.

I soccorsi non sarebbero potuti intervenire prima del sorgere del sole. La batteria del cellulare dei due ragazzi è quasi scarica, così concordano con l’operatrice e con i Vigili di spegnerlo e riaccenderlo all'alba o, durante la notte, solo in caso di emergenza.

Verso le 5.30 del mattino la centrale dei Vigili ricontatta l’operatrice per comunicarle che la squadra di soccorso è partita e che entro le 6.30 sarà sul posto. Alle ore 6 l’operatrice riesce a contattare i ragazzi per informarsi sulla loro salute e ad aggiornarli su quanto sta accadendo. Verso le 6.20 l’operatrice è ricontattata dal capo della squadra di soccorsi. Carlotta – questo il nome dell’operatrice di Easy Italia -  chiama i ragazzi per confermare la loro posizione. Nel frattempo, per motivi di tempo e sicurezza, la squadra sale dal versante opposto per recuperare gli spagnoli dalla cima.

A quel punto le telefonate si susseguono per dare ai soccorritori maggiori informazioni sulla loro posizione e sulle loro condizioni (quanti metri li separano dalla vetta, le loro condizioni muscolari, la forma delle rocce attorno a loro) e per spiegare ai ragazzi le procedure di recupero.

L’operazione di salvataggio dei Vigili si è conclusa con successo nella mattinata del 7 settembre. Soltanto un grande spavento per i due giovani spagnoli, scampati ad una brutta avventura anche grazie all’intervento decisivo di Easy Italia, il servizio attivo 7 giorni su 7 dalle 9.00 alle 22.00 e che risponde al numero 039.039.039 in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, cinese, russo (al costo di una telefonata interurbana da fisso e secondo il piano tariffario dell'operatore da mobile). Ancora una volta Easy Italia si è dimostrata l’angelo custode dei turisti in visita nel nostro Paese.

RASSEGNA STAMPA

Per approfondimenti su Easy Italia leggi qui

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:27