Home > Notizie > Formez e SNA insieme per la governance della Regione Siciliana

Formez e SNA insieme per la governance della Regione Siciliana

Creato il:  26 Luglio 2013

Rafforzare la capacità complessiva di governance, per migliorare l’efficienza amministrativa e innalzare il livello dei servizi offerti  ai cittadini e alle imprese nella Regione Siciliana.

Lo prevede un progetto del Formez che,  insieme ad un progetto di formazione della SNA, è stato finanziato dalla Regione Siciliana con fondi POR FSE – Asse VII – capacità istituzionale.

I due progetti sono stati presentati in tre edizioni, Catania, Messina e Palermo, il 24 e 25 luglio scorsi.
 
"Credo che occorra formare dirigenti e personale perché siano attrezzati a conoscere le innovazioni, ad applicarle, a semplificare i procedimenti. E' una parte importante del nostro lavoro che stiamo facendo in sinergia con Regione Siciliana, Formez e SNA" ha detto il ministro della Funzione Pubblica Gianpiero D'Alia, intervenuto a Catania e a Messina.
 

 

Il progetto della Scuola Nazionale dell'Amministrazione  interviene sulle competenze di base, oltre che specialistiche, della platea di dirigenti e funzionari della Regione e delle altre amministrazioni interessate attraverso un ampio programma di corsi di aggiornamento e di perfezionamento delle competenze. Il progetto Formez vuole rafforzare la capacità complessiva di governance, per migliorare l’efficienza amministrativa, innalzare il livello dei servizi offerti ai cittadini e alle imprese e misurare l‘efficacia degli interventi. Destinatari sono comuni province, dipartimenti regionali e uffici scolastici.
 

 

"ll Formez da anni è impegnato a supportare le Regioni nella spesa dei fondi stutturali - ha detto il presidente di Formez PA Carlo Flamment - primo impegno da sempre è l'accrescimento della capacity building, quella capacità cioè di risposta dell'amministrazione ai bisogni dei cittadini e delle imprese, attraverso l'efficacia dell'azione pubblica che si ottiene con l'ingegnerizzazione dei processi, la semplificazione, l'uso di innovazione tecnologica. I nostri lavori si esprimono - ha concluso Flamment  - guardando al futuro prossimo che è l'agenda di Europa 2020, in cui le Regioni del nostro Mezzogiorno devono tornare protagoniste: il sistema Italia sarà vincente se tutte le sue componenti saranno positive, il patrimonio artistico-culturale, il turismo. Ancora oggi vantiamo una supremazia culturale, in particolare la Sicilia per il suo patrimonio naturale, culturale e agroalimentare".

Al convegno di Palermo è intervenuto il sottosegretario alla Funzione Pubblica Gianfranco Micciché il quale, facendo riferimento ai ritardi del Mezzogiorno nella spesa dei Fondi Europei, ha segnalato la necessità di prevedere, tra l’altro, una robusta semplificazione delle procedure di gestione e delle autorizzazioni, segnalando, in particolare, il caso delle Sovrintendenze  siciliane che sono gravate da tantissimi adempimenti, con un tempo medio per il rilascio delle autorizzazioni di oltre 200 giorni.  Se si riuscisse a semplificare e ad accelerare tali adempimenti si potrebbero avviare più celermente una serie di piccoli e grandi lavori e questo sicuramente darebbe un contributo a rendere più dinamici alcuni settori, ad esempio quello dell’edilizia.

 
Il sottosegretario ha incoraggiato, infine, Formez PA a proseguire nella sua azione di supporto alle amministrazioni del Mezzogiorno, e della Regione Siciliana in particolare, che ritiene sia stata molto importante per delineare i processi di cambiamento e promuovere la   governance interistituzionale.
 

 "Le imprese e i servizi pubblici saranno in grado di essere prestati con efficienza se gli operatori sapranno percepire i bisogni dei cittadini e gestirne le risposte in modo manageriale - ha detto Marco Villani, direttore generale Formez PA. Il Formez sarà al fianco della Regione nel rafforzamento di tutte le politiche pubbliche, prima fra le altre quelle legate all'etica e alla trasparenza, in grado di estirpare il cancro dell'illegalità che leva agli uomini il diritto di cittadinanza".
 
Agli incontri sono intervenuti Nelli Scilabra - Assessore regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale, Giovanni Tria - Presidente SNA, Giuseppina Santiapichi - Coordinatore delle attività didattiche SNA, Valeria Spagnuolo - Direttore Area Sviluppo della capacità istituzionale Formez PA, Patrizia Valenti - Assessore regionale delle Autonomie locali e della Funzione Pubblica
 
Leggi la notizia precedente
 
 
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28