Home > Notizie > L’Agenda Digitale per la modernizzazione del Paese

L’Agenda Digitale per la modernizzazione del Paese

Creato il:  16 Novembre 2012

Il 23 novembre la Sicilia ospiterà il secondo dei Forum Territoriali  l'iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca e dal Dipartimento per la digitalizzazione della PA, in collaborazione con Formez PA, Forum PA e Regione Siciliana per stimolare un confronto tra governo e territorio sui temi della digitalizzazione.

Al Forum Territoriale Sicilia - che sarà ospitato all'interno di Expobit 2012, Salone Internazionale dell'Innovazione Tecnologica - parteciperà il Presidente di Formez PA Carlo Flamment.

La prima tappa dei Forum Territoriali 2012 si è tenuta il 3 luglio a Napoli, mentre l'ultimo appuntamento si svolgerà a Bari. Gli incontri puntano ad avviare un percorso di “regionalizzazione” dell’Agenda Digitale Italiana, lanciata dal Governo nei mesi scorsi.

Nella mattinata di lavoro, per favorire l’emersione delle esperienze di eccellenza al di fuori dell’ambito locale, i rappresentanti del Governo si confronteranno con le Amministrazioni del territorio e gli attori chiave, pubblici e privati, che presidiano i processi di modernizzazione e innovazione.

Obiettivo dell'incontro sarà, infatti, quello di facilitare l'incontro tra domanda ed offerta di innovazione, in cui i territori siano parte attiva nel proporre soluzioni utili a far nascere quei progetti "pilota" auspicati recentemente dal Ministro Profumo, per una nuova stagione di sviluppo dell'e-Government e del Paese.

Tema centrale sarà l’Agenda Digitale Italiana, lanciata dal Governo nei mesi scorsi con l’istituzione, il primo marzo, della Cabina di Regia, cui è stato affidato il compito di definire la strategia italiana per attuare gli obiettivi definiti nella Comunicazione europea all’interno della Strategia EU2020.

Il "Decreto Crescita 2.0" approvato dal Cdm il 4 ottobre scorso contiene una serie di misure volte a digitalizzare procedure e servizi che coinvolgono la Pubblica Amministrazione e i cittadini. Vengono così recepiti nel nostro ordinamento i principi dell’Agenda Digitale Europea e l’Italia si dota di uno strumento normativo che potrà rappresentare un’efficace leva per la crescita occupazionale, di maggiore produttività e competitività, ma anche di risparmio e coesione sociale.
Nel decreto trovano posto:
- il “Documento digitale unificato - Carta di identità elettronica e tessera sanitaria“, che sostituirà progressivamente quelli attualmente circolanti e consentirà di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione.
- La comunicazione con la pubblica amministrazione esclusivamente tramite un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC)”, sia da parte dei cittadini, sia da parte delle imprese.
- La comunicazione esclusivamente per via telematica, nei procedimenti civili, di tutte le comunicazioni e notificazioni a cura delle cancellerie o delle segreterie degli uffici giudiziari.
- Gli acquisti di beni e servizi da parte delle P.A. esclusivamente per via telematica, così da garantire maggiore trasparenza e tempistiche più celeri.
- Open data.
- Il Fascicolo Sanitario Elettronico” (FSE).
- Il Fascicolo elettronico dello studente.

Nell'incontro ampio spazio sarà dedicato alle azioni delle Amministrazioni territoriali volte a elaborare una propria strategia di recepimento dell’Agenda Digitale, che permetta a ciascun territorio di crescere puntando sull’economia digitale, superando gli ostacoli che frenano lo sviluppo della cosiddetta “network society”.

Iscriviti all'evento

Consulta il programma

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28