Home > Notizie > La Polizia di stato passa all'e-recruitment: siglato l'accordo con FormezItalia

La Polizia di stato passa all'e-recruitment: siglato l'accordo con FormezItalia

Creato il:  29 Novembre 2011

di MARZIA VILLANI*

Anche la Polizia di Stato passa all’e-recruitment, con l'inoltro delle domande di partecipazione esclusivamente via web, attraverso il sistema Ripam – Vinca il migliore. Successivamente, l’impianto di e-recruiting di FormezItalia potrà essere applicato a tutte le fasi del concorso: test attitudinali, organizzazione logistica e notifiche, autovalutazione dei candidati, correzione delle prove, accesso agli atti, diretta streaming delle correzioni, ecc. Fasi e processi già sperimentati nella lunga esperienza del sistema Ripam, che recentemente ha dato grande prova di efficienza, trasparenza e rapidità con il “concorsone” per il Comune di Napoli e la preselezione per il Miur del concorso per i presidi, il primo caso in cui la correzione delle prove è avvenuta in diretta streaming.

I tradizionali moduli cartacei da spedire per raccomandata saranno presto sostituiti da moduli on-line compilati ed inviati mediante il sistema step-one, che assicurerà ai candidati non solo la rapidità dell’inoltro della domanda ma anche maggiore certezza, fornita dalla ricevuta di iscrizione che il sistema informatico genera automaticamente dopo l’invio.

A conferma di ciò un accordo quinquennale siglato dal Prefetto Oscar Fioriolli, responsabile del personale delle forze di Polizia e dal Presidente di FormezItalia Secondo Amalfitano. La firma dell’accordo garantisce alla Polizia di Stato una forte economicità e abbattimento dei tempi nella gestione dei concorsi, oltre alla dematerializzazione di tutti gli atti previsti per la selezione dei candidati.

Nel corso della cerimonia, il Prefetto Fioriolli ha ipotizzato l’organizzazione insieme al Formez di seminari sia con le Forze Armate italiane sia con le forze di polizia europee, per condividere l’esperienza italiana, raffrontarla con i sistemi di reclutamento degli altri Paesi e favorire uno scambio di esperienze finalizzate al miglioramento di questo delicato servizio.
 “Se si tiene conto dei vincoli assunzionali imposti a tutte le altre pubbliche amministrazioni – ha dichiarato il Presidente Amalfitano - si comprende come si potrà offrire una grande opportunità ai giovani laureati e diplomati che vorranno partecipare con fiducia ai numerosi concorsi per la Polizia di Stato previsti nei prossimi anni”.

*FormezItalia

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:27