Home > Notizie > La Responsabilità Sociale delle Imprese e il ruolo della Pubblica Amministrazione

La Responsabilità Sociale delle Imprese e il ruolo della Pubblica Amministrazione

Creato il:  12 Novembre 2013

di Viola Delle Piane*
 
Il 6 novembre scorso il Progetto DIESIS - finanziato dal PON Governance ed Azioni di Sistema per l’Obiettivo Convergenza e dal PON Azioni di Sistema per l’Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione - ha realizzato a Roma un laboratorio transnazionale in tema di Responsabilità Sociale di Impresa (RSI) con la partecipazione di due Paesi Europei (Danimarca e Germania), di Amministrazioni centrali e regionali italiane e di alcune organizzazioni nazionali.
 
Il progetto DIESIS intende realizzare su questa tematica un percorso di approfondimento che, dopo questo laboratorio, proseguirà con due visite di studio, una a febbraio 2014 in Germania e una ad aprile in Danimarca, per concludersi con un laboratorio internazionale sul Second Welfare.
 
Questo ambizioso itinerario mira ad analizzare le problematiche della RSI di maggiore interesse per la Pubblica Amministrazione e coerenti con le finalità del progetto DIESIS. In particolare, saranno oggetto di studio le azioni che la PA può intraprendere per la diffusione della RSI, come approccio integrato e strategico dell’impresa nel sistema socio-economico, ma anche nell’ambito dei sistemi di istruzione formazione e ricerca, con un focus specifico sulla promozione delle iniziative delle imprese sociali, delle organizzazioni del terzo settore e di cittadinanza attiva, ai fini della promozione dell’occupazione, soprattutto delle fasce deboli e dello sviluppo delle comunità di riferimento.
 
Il Laboratorio ha offerto un'opportunità significativa per confrontare differenti approcci, soprattutto attraverso una rilettura condivisa dei Piani Nazionali di Italia, Germania e Danimarca e per proporre all’attenzione i primi risultati delle reti italiane e internazionali per la RSI. E’ stato offerto un quadro complessivo delle politiche e degli attori che caratterizzano le esperienze dei Paesi del Nord-Europa che meglio di altri sono riusciti a coniugare politiche rigorose, imposte anche dalla recente crisi che ha investito l’Europa, con un welfare che coinvolge ampi strati di popolazione e a dare, nel contempo, forza ai temi della sostenibilità ambientale e del primato socio-economico dei beni comuni, in un sistema condiviso di valori.
 
In un momento in cui la crisi economico-finanziaria pone seri ostacoli alla sopravvivenza delle imprese e al modello di welfare fino ad oggi perseguito, le tematica della Responsabilità Sociale di Impresa è diventata di grande rilevanza per le sue potenzialità di produrre innovazione produttiva e sociale.
 
Questo primo incontro ha permesso, inoltre, di puntualizzare meglio gli aspetti da approfondire nelle visite di studio successive, con una nuova consapevolezza dei valori e delle esperienze sviluppate nel nostro Paese attraverso una proficua interazione tra le istituzioni e le parti sociali a tutela dei diritti  dei lavoratori, in una logica di interessi diffusi e di benessere sociale, ma con  una attenzione forte alla competitività produttivo-imprenditoriale, soprattutto delle PMI.
 
La figura e l’insegnamento di Adriano Olivetti - evocata nel seminario - che già a metà degli anni quaranta si domandava se il solo fine d’impresa fosse il profitto e non anche lo sviluppo di nuovi valori nella fabbrica e nella comunità circostante, ha indicato un cammino che viene da lontano e che idealmente ci porta verso i traguardi di Europa 2020.
 
Alla conclusione del seminario, un cerchio di sedie rosse ha scompigliato l’assetto della Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio che ospitava il laboratorio, e un intrecciarsi di “dialetti” europei ha permesso un incontro ravvicinato tra speranze, esperienze, incertezze ed entusiasmi, indicando itinerari possibili verso un’ Europa sostenibile che solo insieme si può definire e percorrere.

* Progetto DIESIS
 

 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28