Home > Notizie > Ministro Del Rio: "Nuovo portale MIT e due siti per la trasparenza sulla gestione opere pubbliche"

Ministro Del Rio: "Nuovo portale MIT e due siti per la trasparenza sulla gestione opere pubbliche"

Creato il:  16 Febbraio 2016

Cantieri, concessioni autostradali, porti e ferrovie: parte la "rivoluzione" digitale del ministero delle Infrastrutture e Trasporti che, all'insegna della trasparenza nei confronti dei cittadini, lancia il nuovo sito, mettendo a disposizione del pubblico dati e informazioni, a 360 gradi, sui trasporti e sulle opere pubbliche in Italia, fin qui difficili da reperire, da comprendere e utilizzare. A presentarlo è stato oggi il ministro Graziano Delrio, nel corso di una conferenza stampa. "Il nuovo sito - ha detto- è soprattutto uno strumento di dialogo e di trasparenza per i cittadini sulle opere pubbliche".

Il nuovo sito ufficiale del Ministero è già adeguato, primo fra i siti ministeriali dopo quello della Presidenza del Consiglio, alle Linee guida di design per i siti web della Pubblica amministrazione emanati dall'Agid. "Nuovo sito, opencantieri e opendata sono le tre punte con cui il Ministero intende fare trasparenza".
OpenCantieri è stato già valutato in sede OCSE come una ''best practice'' italiana da proporre alle altre Pubbliche amministrazioni.
Sono navigabili dati del Programma Infrastrutture strategiche che individua 25 opere prioritarie e un totale di 32 cantieri (12 strade, 11 ferrovie, 8 metropolitane e il MOSE) per un costo di 70 miliardi 937 milioni di euro, di cui 48 miliardi 1milione assegnati dal CIPE. Interrogando il sistema di ottiene una timeline dei tempi di realizzazione, il costo e i pagamenti effettuati per singola opera.

Opendata è una fonte di dataset che, oltre ad esporre il dataset che alimenta OpenCantieri, aggiornato al gennaio 2016, contiene i dati sulle infrastrutture portuali italiane, i dati relativi a incidenti stradali dal 2001 al 2014, i dati dalla spesa pubblica sui trasporti, i dati sulla gestione rete autostradale relativo all’anno 2014, attraverso cui è possibile conoscere tutte le informazioni sulle Società di gestione della rete autostradale italiana, lo stato delle tratte autostradali in concessone, l’elenco delle Società concessionarie e delle relative concessioni

"L'operazione è stata possibile dalla cooperazione con il Dipe, Dipartimento politiche economiche della Presidenza del Consiglio, Anas, Rfi e tutti gli altri soggetti attuatori delle opere, grazie alla collaborazione del Politecnico di Milano e di Formez PA" ha concluso il ministro Del Rio.

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:29