Home > Notizie > Misurare la trasparenza per migliorare la PA: il Barometro della Trasparenza presentato a Bruxelles

Misurare la trasparenza per migliorare la PA: il Barometro della Trasparenza presentato a Bruxelles

Creato il:  19 Novembre 2012

di LAURA MANCONI* E MARIAROSARIA RUSSO*
 
Rendere più trasparente e aperto il sistema di funzionamento e presa di decisioni dei governi, progettare, misurare e valutare l’efficacia dell’azione amministrativa attraverso l’utilizzo di metodi, strumenti e tecnologie in grado di facilitare la partecipazione dei cittadini: sono questi i temi attualmente al centro del dibattito europeo sulla buona governance.

La partecipazione al governo della cosa pubblica dipende dalla capacità dei cittadini di accedere ad informazioni che siano facilmente e tempestivamente disponibili, affidabili e di qualità. Una buona informazione ha però come presupposto una amministrazione trasparente, aperta al dialogo e al controllo dei cittadini sulle proprie attività.

Per stimolare il confronto su questi temi e, in particolare, per raccogliere idee e proposte per azioni concrete di rafforzamento della trasparenza, da includere nell’action plan per l’eGovernment 2011-2015, la Commissione Europea ha promosso a Bruxelles, il 6 novembre 2012, il workshop “Improving Transparency in Government Decision Making-what targets could be defined”.

L’evento ha visto la presentazione di esperienze concluse o in corso di realizzazione in diversi stati membri (Italia, Spagna, Inghilterra, Croazia, Slovenia), orientate sia a migliorare la trasparenza che a valutarla. Di ciascuna sono stati individuati gli elementi di successo, quelli maggiormente in grado di concorrere a definire obiettivi e indicatori coerenti, comuni ai diversi stati membri, sia sotto il profilo metodologico che delle soluzioni tecnologiche adottate.

In questo contesto, Formez PA ha presentato il Barometro della Trasparenza, lo strumento di autovalutazione della trasparenza ispirato ai modelli di self-assessment europei, sviluppato nell’ambito del progetto “Etica pubblica nel sud” e applicato nel corso del 2011 e del 2012, nelle regioni dell’obiettivo Convergenza (Sicilia, Campania, Calabria, Puglia) destinatarie del progetto.
Il modello del Barometro si basa su sei dimensioni di analisi: Comunicazione e partecipazione, Tracciabilità e procedimenti, Integrità e Performance, Norme e Qualità della Regolazione, Procedure e Adempimenti, Innovazione e Tecnologie. Ciascuna dimensione di analisi, a sua volta, è composta da più sottodimensioni rispetto alle quali occorre esprimere un giudizio valutativo basato su evidenze documentali, di risultato, di applicazione concrete. Il giudizio valutativo quindi è di tipo oggettivo e non soggettivo.

Il Barometro in questi anni non solo ha permesso di misurare la trasparenza amministrativa nelle regioni in cui è stato applicato, indicando alle amministrazioni i punti di forza e di debolezza, utili per realizzare i Programmi per la trasparenza e l’integrità, così come indicato dall’art. 11 comma 2 del D.Lgs. 150/2009. L’uso del barometro ha permesso che il personale pubblico coinvolto prendesse coscienza delle varie declinazioni della trasparenza, che risultano essere frammentate nelle varie normative nazionali. Il Barometro è un modello aperto e flessibile adattabile ad ogni organizzazione pubblica. Esso si compone di un documento metodologico e di una lista di affermazioni ed evidenze. I materiali sono disponibili sul focus Trasparenza di Formez PA.

*Referenti regionali progetto ETICA

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28