Home > Notizie > Open Days 2014. Local event su Specializzazione Intelligente a Messina e Reggio Calabria

Open Days 2014. Local event su Specializzazione Intelligente a Messina e Reggio Calabria

Creato il:  13 Novembre 2014

Confrontarsi con altre Regioni italiane ed europee sul tema della Strategia di Ricerca ed Innovazione per la Specializzazione Intelligente (S3) è l'obiettivo dell'evento locale congiunto "Building Strategy Together, challenges and opportunities" organizzato da Regione Calabria e Regione Siciliana, in collaborazione con il Progetto POAT 2012-2015 di Formez PA.
(VIDEO)

L'evento è articolato in due workshop: il primo si è tenuto il 27 novembre 2014, presso la sede della Provincia di Messina, mentre il secondo si è svolto il 28 novembre 2014 presso la sede della Provincia di Reggio Calabria.
 
Programma 27 novembre 2014 - Messina

Programma 28 novembre 2014 - Reggio Calabria
 
“La strategia delle Regione Siciliana per la smart specialisation che valorizza le particolarità e l’innovazione dei territori è in linea con le strategie delle altre Regioni d’Europa”. Così Alessandro Rainoldi, responsabile della piattaforma S3 della DG Regio della Commissione europea, intervenuto alla prima giornata.
 

E’ stato un confronto - in particolare tra le Regioni Sicilia, Puglia, Calabria, Emilia Romagna, la regione spagnola della Murcia e la provincia autonoma di Trento - tra gli strumenti che le Regioni hanno a disposizione per governare la riconoscibilità e la valorizzazione della specializzazione dei territori.
 
Emanuele Villa, Dipartimento Programmazione Regione Siciliana, ha dichiarato: “Abbiamo due cicli di programmazione alle spalle in cui c’erano strategie di innovazione che avevano avviato confronti della ricerca e dell’innovazione in modo rituale, spesso delegando la composizione di un documento ad un soggetto esterno. Ora, ci sono invece forti elementi di discontinuità per il periodo 2014-2020 nei processi di scoperta imprenditoriale”.
 
Ed ha aggiunto: “C’è stato un ascolto vero e un confronto ricco lungo questo percorso iniziato a gennaio 2013, che ha dato un primo risultato a luglio 2014. Riuscire a scovare gli attori dell’innovazione non è stato semplice, perché abbiamo imparato che non sono solo i luoghi classici quelli in cui si fa innovazione, come enti di ricerca, università, incubatori. Non credo che siamo riusciti del tutto a far emergere il 'nuovo', ma continuiamo a lavorare. Anche l'amministrazione regionale ha cambiato ruolo: siamo passati da un ‘luogo’ in cui si va per adempimenti burocratici a luogo di ascolto, di facilitatore di processi, di amministrazione che mette a sistema il territorio".
 
"Quello che possiamo suggerire alla Regione - ha concluso Rainoldi - è di attuare un sistema di monitoraggio per verificare l’efficacia degli interventi scritti nella strategia che accompagnerà lo sviluppo della Regione nel periodo 2014-2020”.

Entrambi i seminari, che si inserivano nell'ambito degli OPEN DAYS local events 2014, hanno previsto una sessione plenaria con interventi programmati della Commissione Europea e del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, e una tavola rotonda con dibattito aperto per favorire il confronto interregionale attraverso la promozione di reti di collaborazione.

 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:29