Home > Notizie > Patroni Griffi: norme ma anche strumenti e controlli per la semplificazione

Patroni Griffi: norme ma anche strumenti e controlli per la semplificazione

Creato il:  16 Aprile 2012

Snellimento delle procedure e rapporti diversi tra burocrazia e cittadini e tra burocrazia e imprese. Questo il significato della semplificazione amministrativa nell'azione riformatrice del Governo Monti. Lo ha dichiarato il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Filippo Patroni Griffi in un'intervista al mensile "Specchio Economico".

Nel corso dell'intervista, il Ministro ha elencato gli aspetti più rilevanti del decreto Semplifica Italia, approvato in via definitiva il 4 aprile. (Per conoscere le principali semplificazioni introdotte scarica l'opuscolo del Ministero per la PA e la Semplificazione)

Filippo Patroni Griffi ha espresso, inoltre, il nuovo concetto di funzione pubblica, "non più di carattere autoritativo ma di servizio al cittadino e alle imprese", e ha sottolineato che il mutamento dell'Amministrazione da funzione a servizio non può prescindere dalla "pratica dell'ascolto" dei cittadini. A tal proposito, il Ministro ha citato l'iniziativa "Burocrazia, diamoci un taglio", il sistema di consultazione telematica nel quale "ognuno può descrivere brevemente le complicazioni in cui si è trovato e suggerire come migliorare la situazione".

Il Ministro ha indicato, infine, la road map per garantire efficienza all'azione della Pubblica Amministrazione. Due gli elementi chiave: la valutazione dei risultati del settore pubblico, "attribuendo ad ogni dirigente i poteri e la responsabilità di valutare i propri dipendenti e di essere valutato per quanto egli ottiene", e la verifica concreta del funzionamento dei servizi, con l'ausilio di "indicatori di output e accertando se nelle varie aree del Paese essi presentino caratteristiche qualitative e tempi di rilascio omogenei".
 
LEGGI L'INTERVISTA
 
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:27