Home > Notizie > Politiche per la famiglia sussidiarie ed efficaci: Officina Famiglia al Forum PA

Politiche per la famiglia sussidiarie ed efficaci: Officina Famiglia al Forum PA

Creato il:  13 Giugno 2013

Lo scorso 30 maggio si è tenuto, presso il ForumPA, il seminario “Politiche per la famiglia sussidiarie ed efficaci: metodi e strumenti”, organizzato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, e da Formez PA nell’ambito del Progetto “Officina Famiglia”.
 
L'evento ha inteso proseguire una riflessione, che il Dipartimento per le Politiche della Famiglia e Formez PA hanno avviato da circa 1 anno nell'ambito del progetto “Officina Famiglia”, circa la necessità di  favorire un nuovo approccio alle politiche per la famiglia, specie a fronte delle tangibili e non più giustificabili situazioni di disagio e diseguaglianza sociale, alimentate, peraltro, da una crisi finanziaria e politica epocali.
 
L'impianto generale di welfare e l'assetto socio-economico, infatti, mostrano limiti nella capacità di garantire benessere e soddisfare i nuovi bisogni della popolazione.
 
In tal senso, il Dipartimento per le Politiche della Famiglia e FormezPA con il progetto “Officina Famiglia” hanno voluto proporre alle Amministrazioni regionali e locali un approccio alla cooperazione dal basso rendendosi promotori di una iniziativa progettuale che intende favorire la compartecipazione dei saperi, recuperando le singole esperienze territoriali realizzate a livello locale nell'erogazione di servizi e nell'implementazione di modelli di welfare sussidiario.
 
200 Amministrazioni circa (molte delle quali collegate in streaming) hanno confermato, con la propria partecipazione all'evento, l'attenzione ad un tema delicato ed evidentemente condiviso che i relatori del seminario hanno affrontato in due sessioni. In particolare, due Regioni e una Provincia Autonoma hanno illustrato la strategia e la vision sottostanti alle politiche per la famiglia nelle rispettive regioni, per favorire lo sviluppo della progettazione cooperativa, della misurazione e valutazione degli interventi, delle reti formali e informali; tre amministrazioni comunali le modalità con cui hanno declinato operativamente nelle proprie realtà territoriali gli input regionali, evidenziandone punti di forza, criticità e opportunità.
 
Ad aprire l’incontro i saluti istituzionali di Marco Villani, Direttore Generale Formez PA, e Luciana Saccone, Direttore Generale Ufficio II - Politiche per la famiglia che hanno evidenziato la stringente necessità di favorire politiche congiunte per la famiglia.
 
A seguire, Silvia Boni, Dirigente Settore Politiche Sociali e Sanità - Formez PA, ha introdotto e moderato la prima sessione dei lavori a cui sono intervenuti:

  • Cinzia Ruggia - Responsabile Progetto "Officina Famiglia", FormezPA, che ha descritto in generale il progetto evidenziando il principale obiettivo di favorire scambi di esperienze tra le Amministrazione (attraverso la sezione “Coltivare saperi”) e come queste si possono e devono inserire in una quadro europeo dettato dalla Agenda 2020;
  • Franco Moretto della Regione Veneto, Sandra Benedetti della Regione Emilia Romagna e Luciano Malfer della Provincia Autonoma di Trento che hanno presentato gli assetti strategici e organizzativi delle rispettive politiche regionali di welfare di comunità, evidenziando l'approccio seguito (rispettivamente) nella compartecipazione del terzo settore, del privato sociale e dei saperi del territorio; nel monitoraggio dei servizi socio-educativi per la prima infanzia; nelle azioni di networking portate avanti sul territorio attraverso lo sviluppo dei Distretti Famiglia.
     

Al termine della prima sessione, Caterina Cittadino, Capo Dipartimento per le Politiche della Famiglia, ha fornito una riflessione complessiva sulle esperienze e sulla necessità di condurre azioni sistemiche mirate a favore della famiglia, puntando senza paura e con risultati certi e rilevanti a comunità coinvolgenti e cooperanti, attraverso un'azione istituzionale sussidiaria che dia al livello di governo più prossimo al cittadino gli strumenti normativi e operativi necessari per progettare, gestire e attuare.
 
Nella seconda sessione, moderata da Giuseppe Carlino – Dirigente Ufficio Promozione e monitoraggio delle Politiche per la Famiglia, Dipartimento per le Politiche della Famiglia -  sono invece intervenuti:

  • Giovanna Rossi del Comune di Selvazzano (PD) che in qualità di capofila di un progetto regionale ha presentato l'approccio e gli strumenti per la promozione della cultura della solidarietà ed il principio della sussidiarietà, attraverso la costruzione di reti di famiglie che si “prendono cura di altre famiglie e di ragazzi” in difficoltà, che sostenga l’affido e forme nuove e flessibili di vicinanza e sostegno a nuclei familiari in crisi, che rinforzi le azioni di tutela di minori.
  • Valeria Mariani del Comune di Piacenza che ha illustrato il passaggio dalle linee guida regionali alla sperimentazione territoriale di un progetto pedagogico territoriale basato su una metodologia di lavoro in grado di fornire una risposta certa alla richiesta identitaria del territorio.
  • Ada Maria Bianchi del  Comune di Rovereto (TN) e Gabriele Zacco di TrentoRISE  che hanno presentato l'esperienza del distretto per la famiglia e l'applicazione di un'App web che attingendo i dati da un database open data, crea una rete sul territorio tra fruitori (famiglie) ed erogatori di servizi family, con una serie di facilities e la possibilità di esprimere un giudizio sulla qualità del servizio erogato.
     

In chiusura, Giovanni Vetritto, Presidenza del Consiglio dei Ministri, ripercorrendo i tratti caratteristici delle esperienze presentate ha evidenziato la necessità di garantire alle politiche una programmazione e pianificazione efficace, declinata in servizi nell'alveo di una logica di coesione e sviluppo territoriale bottom-up, capace di guardare all'Europa  con realismo e prospettiva di lungo periodo.

Per ulteriori informazioni
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28