Premio Nazionale "La PA che si vede"

Tipo: 
Notizia
Abstract notizia: 
Al Forum PA 2012 la cerimonia di premiazione

Il 16 maggio, nell’ambito del Forum PA 2012 si è tenuta la cerimonia di premiazione della settima edizione del concorso nazionale “La PA che si vede – la tv che parla con te”. (Leggi la notizia)

Il Premio, partito nel 2005 su iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica e organizzato da Formez PA in collaborazione con il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti, ha la finalità di valorizzare la creatività, le professionalità coinvolte nei singoli progetti e la capacità di sfruttare al meglio le potenzialità associate del web, del video, della tv digitale e della mobile tv. Il concorso inoltre premia le produzioni tenendo conto, in particolare, della soddisfazione e del gradimento dei cittadini, del reale coinvolgimento delle risorse interne, della razionalizzazione dei costi di produzione e dell’utilizzo della multicanalità nella distribuzione dei video.

Al Premio possono concorrere ogni anno tutte le pubbliche amministrazioni (e le società a partecipazione pubblica) che realizzano prodotti multimediali e utilizzano le applicazioni interattive rendendole disponibili su diversi canali (web, tv analogica, digitale terrestre, tv via cavo, tv satellitare, mobile tv, monitor dislocati in luoghi ad alta affluenza, ecc.).

A partire da quest’anno le amministrazioni hanno potuto scegliere di candidare i video utilizzando una procedura telematica che prevedeva l’invio del filmato tramite FTP (http://www.premiolapachesivede.it/) e l’inoltro della documentazione richiesta dal Regolamento all’indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@pec.formez.it (vedi Guida alla procedura per l’invio telematico).
La giuria del Premio ha valutato le produzioni relativamente a 5 differenti categorie:
1) Notiziario istituzionale (informazioni di taglio giornalistico e di cronaca sulle attività dell’ente, con riferimento alla pubblica utilità: tg quotidiani o periodici, inchieste, rubriche, interviste ecc.);
2) Video promozionale sulle attività dell’Ente (in forma di spot breve che presenti efficacemente all’utenza i servizi dell’Ente nel suo complesso o dei singoli settori);
3) Canali tematici (trasmissioni ad hoc su settori e temi specifici di interesse pubblico quali ad es. salute, lavoro, immigrazione, innovazione, pari opportunità, ecc.);
4) Servizi interattivi delle P.A. che si vedono (applicazioni su televisione digitale - satellitare, terrestre o via cavo-, web e rete di telefonia mobile, che utilizzino in modo innovativo le sperimentazioni sull’interattività);
5) Servizi turistici (video in cui si valorizzino i servizi turistici offerti, le manifestazioni culturali e più in generale tutte le iniziative di attrazione turistica, ecc.).

Per informazioni scrivere a lapachesivede@formez.it o contattare la Segreteria Organizzativa del Premio: Arianna Di Tullio 06.84892618, Tiziana Ruggio 06.84892608.
 
Leggi l'elenco dei vincitori e le motivazioni della giuria

Leggi il Regolamento del Concorso

 
Scarica l’Allegato A e l’Allegato B in formato .doc
 
Leggi la Guida alla procedura per l’invio telematico

Guarda i video vincitori dell’edizione 2011
 
Guarda i video delle precedenti edizioni del Premio
 
E’ disponibile on line il Rapporto 2010 sulla “Pubblica Amministrazione che si vede. Il Premio Nazionale e la Ricerca sui sistemi di comunicazione pubblica multimediale”, realizzato dall’Osservatorio Multimediale della PA, che opera all’interno di Formez PA e che su incarico del Dipartimento della Funzione Pubblica analizza, dal 2004, l’evoluzione del sistema della comunicazione pubblica italiana. L’Osservatorio segnala in particolare le iniziative di produzione audiovisiva delle pubbliche amministrazioni che utilizzano il video, il web, la tv digitale e la mobile tv come nuovo modello di servizio al cittadino.
Il Rapporto, frutto di un monitoraggio effettuato dal 4 gennaio al 31 dicembre 2010, mette in evidenza le pubbliche amministrazioni centrali e locali che realizzano prodotti audiovisivi. L’indagine fotografa in particolare la produzione di 170 enti, descrivendo nel dettaglio i format prodotti, i canali di distribuzione, il target di riferimento, l’organizzazione della produzione, la soddisfazione dei cittadini, i costi sostenuti e i rapporti con i broadcaster. Vengono inoltre indicati i riferimenti delle strutture e dei responsabili delle produzioni oggetto dell’indagine.
I risultati della ricerca derivano dall’analisi dei portali istituzionali degli enti coinvolti, dai questionari strutturati e dalle interviste a cui sono stati sottoposti i referenti delle strutture pubbliche che si occupano di produzione multimediale.
Il volume raccoglie infine i materiali prodotti durante le sei edizioni del Premio “La PA che si vede - la tv che parla con te”   

Scarica il Rapporto 2010 sulla “Pubblica Amministrazione che si vede”
Leggi l’articolo del Sole 24 Ore
 
 
 
 

Immagine: 
La PA che si vede