Home > Notizie > Progetto PSYCHE “Protection System for Cultural Heritage": cerimonia di chiusura

Progetto PSYCHE “Protection System for Cultural Heritage": cerimonia di chiusura

Creato il:  21 Marzo 2013

Il 6 marzo 2013 si è tenuta a Roma, presso la Sede Carabinieri TPC di Via Anicia 24, il kick-off del Progetto PSYCHE “Protection System for Cultural Heritage".
 
L’obiettivo generale del Progetto, la cui aggiudicazione è stata notificata il 3 maggio 2012 ed è stato finanziato su fondi ISEC (Prevention of and Fight against Crime), è quello di combattere il traffico illecito di opere d’arte attraverso la creazione di un sistema informatico che consenta alle polizie di tutto il mondo di catalogare il loro patrimonio artistico ed inserirlo nel database INTERPOL attraverso format standardizzati.
 
Tale sistema mira inoltre a rendere la banca dati dell'INTERPOL interoperabile con il sistema italiano "Leonardo", che attualmente costituisce il maggiore patrimonio informativo in materia di opere d’arte rubate a livello mondiale.
 
Il capofila del Progetto è il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, mentre Formez PA è parte della compagine partenariale che è composta dalle forze di polizia di 15 Stati Membri dell’Unione Europea, dal Consorzio Reply Public Sector e da INTERPOL, quest’ultimo in qualità di Associato, in forza del proprio status di organismo internazionale.
 
Alla conferenza hanno partecipato rappresentanti di 12 dei 15 Paesi coinvolti: Anita Gach (Austria), Lucas Verhaegen (Belgio), Kerstin Kirsel (Estonia), Renaud Lamoureux (Francia), Nick Panoutsopoulos (Grecia), Martin Finkelnberg (Olanda), Jaroslav Rebros (Slovacchia), Ursula Belaj (Slovenia), Angel Kostadinov Papalezov (Bulgaria CPDG), Tsveta Spartakova Docheva (Bulgaria PRB), Michalis Gabrielides (Cipro), Carlos Emilio Ubeda Gomez (Spagna) e Kenneth Mandergrehn (Svezia).
 
Ha aperto i lavori il saluto del Generale Mariano Mossa del TPC, seguito da Karl-Heinz Kind di INTERPOL. Successivamente, si sono avvicendati sul palco Riccardo Iezzi e Edoardo Rispoli di REPLY e Saveria Spezzano di Formez PA, illustrando il contributo fornito da ciascuno. Il Capitano Carmelo Manola di TPC ha chiuso i lavori della mattinata illustrando la piattaforma. La sessione pomeridiana è stata interamente dedicata alla dimostrazione operativa della piattaforma, ad opera di Silvano Galasso di REPLY e si è concluso con il Question Time rivolto ai partecipanti e guidato dal Magistrato Paolo Ferri, per lungo tempo a capo del pool TPC.
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28