Home > Notizie > Qualificare i servizi per il lavoro per contenere gli effetti della crisi occupazionale

Qualificare i servizi per il lavoro per contenere gli effetti della crisi occupazionale

Creato il:  20 Dicembre 2010

di GIUSEPPE RAVIGLIA e GIULIANA RUIU

La congiuntura economica e finanziaria che ha colpito l’area OCSE ha reso ancora più evidente la necessità di qualificare i servizi pubblici per l’impiego per riattivare le dinamiche del mercato del lavoro e contribuire al contenimento degli effetti sociali della crisi. La centralità assunta dalle politiche per la formazione e per l’occupazione nella fase di crisi ha reso prioritario - più che in passato - l’appuntamento con la riqualificazione dei servizi e con la creazione di reti informative tra gli attori del mercato del lavoro. L’investimento riguarda soprattutto il capitale umano, ma coinvolge anche i sistemi organizzativi e di valutazione alla base dell’erogazione dei servizi.

Il DFP, in collaborazione con il Formez PA e su incarico del Min.LPS supporta da più di dieci anni i servizi pubblici per l’impiego nei processi di innovazione e di qualificazione (dal progetto Caravelle, a SPI@LEARN, a Governance dei Servizi per l’Impiego).

In continuità con le precedenti iniziative progettuali, Formez PA con il progetto “Qualità e innovazione nei Servizi per l’Impiego” sta sostenendo il miglioramento della qualità dei servizi pubblici per l’impiego nelle Regioni dell’obiettivo Convergenza con nuove strategie di qualificazione e attraverso nuovi modelli di ottimizzazione della governance.

Il progetto sta costruendo insieme ai territori destinatari modelli sostenibili di raccordo e concertazione tra i diversi livelli di programmazione dei servizi per l’impiego; sta sperimentando modelli innovativi di sviluppo dei sistemi gestionali e garantendo l’aggiornamento delle competenze manageriali di dirigenti e operatori dei Centri per l’Impiego. Nelle attività sono stati già coinvolti più di 1100 operatori dei servizi per il lavoro.

In un primo step, è stato creato un quadro conoscitivo sul sistema qualità nei servizi per l’impiego attraverso:

-  un’analisi quali/quantitativa su 29 Centri per l’Impiego (con 64 interviste realizzate);

- laboratori di autovalutazione finalizzati alla diagnosi delle organizzazioni e alla definizione di piani di miglioramento (152 attori coinvolti tra dirigenti e operatori dei CPI).

Nel contempo, sono stati attivati:

- percorsi di affiancamento consulenziale finalizzati all’attivazione delle nuove funzioni attribuite ai Centri dal D.L.185/2008, riguardanti tra l’altro misure a tutela dell’occupazione e la concessione di ammortizzatori sociali;

- 6 eventi regionali, un evento interregionale e un workshop all’interno del Forum PA 2010 per favorire il confronto strategico tra i diversi livelli di governo dei servizi per il lavoro e diffondere le esperienze più innovative (960 partecipanti);

- un canale web tematico all’interno del portale Formez PA, con una media di 8000 accessi unici mensili e più di 7000 pagine tra notizie, rassegne stampa on line, raccolte normative e documentali; un ambiente eLearning dedicato all’apprendimento individuale e collaborativo; un gruppo di condivisione e confronto online sul social network Innovatori PA (6° gruppo per numerosità di iscritti).

Per garantire l’acquisizione di nuove capabilities all’interno delle amministrazioni interessate, è in corso una sperimentazione - mediante assistenza on the job -  di piani di miglioramento presso 8 Centri per l’Impiego (2 per ogni Regione destinataria dell’intervento).

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Venerdì, 14 Luglio, 2017 - 18:37