Home > Notizie > A Roma la Conferenza finale del Progetto Baccus

A Roma la Conferenza finale del Progetto Baccus

Creato il:  30 Aprile 2014

Il Ministero della Salute ha ospitato il 28 aprile a Roma la conferenza di chiusura del Progetto “BACCUS: comBAting food Crime by strengthening law enforcement Cooperation”.
 
BACCUS nasce dall’esigenza della Commissione Europea - Direzione Generale Affari Interni (EC-DGHA) di sviluppare un protocollo di coordinamento europeo per la lotta ai crimini alimentari, poiché è stato dimostrato come la malavita organizzata non identifichi negli alimenti sottoposti a frode sanitaria e commerciale soltanto una proficua fonte di guadagno, bensì anche una potenziale arma per distruggere la stabilità sociale, economica o politica di un Paese.

La frode alimentare tradizionale ha assunto un significato più complesso che abbraccia sia il termine di sicurezza alimentare intesa come “food safety” (contaminazione accidentale), sia i termini “food tampering” e “food terrorism” (contaminazione volontaria). Questo problema è aggravato da due evidenze:

  1. i guadagni derivanti dalle frodi alimentari costituiscano una nuova via per il finanziamento di attività criminali e terroristiche soppiantando le fonti di finanziamento tradizionali;
  2. la maggior parte delle autorità europee incaricate di combattere i crimini alimentari, non sono adeguatamente equipaggiate. Gli strumenti in loro possesso consentono di trattare questi reati prevalentemente con sanzioni di tipo amministrativo.

Il progetto BACCUS si è dunque posto l’obiettivo di identificare i metodi e di realizzare gli strumenti attraverso i quali istituire un modus operandi unico per gli attori europei impegnati nella sicurezza alimentare, muovendosi da un approccio ispettivo ad uno più investigativo e definendo le misure comuni volte al potenziamento della food defence e della sicurezza dei consumatori europei.
 
I Carabinieri NAS, coordinatori del progetto, costituendo a livello europeo l’unico corpo con compiti di Polizia e di Autorità sanitaria, grazie a BACCUS hanno proposto alla Direzione Generali Affari Interni i modi e i metodi attraverso i quali costruire uno strumento di aiuto alle Food Safety Authorities dell’Unione europea e ai Corpi di Polizia europei per affrontare e combattere il crimine organizzato impegnato nel settore alimentare.
 
A tal fine, attraverso l’identificazione dei settori alimentari europei principali vittime di reati, l’analisi delle strategie adottate, delle “best practices” e dei metodi investigativi utilizzati per prevenire e combattere i crimini alimentari si è costruita e testata una piattaforma e-learning che consentirà l’addestramento degli Operatori attraverso la quale si potranno affrontare, in modo simulato, scenari costruiti da casi reali che richiedano la prevenzione, o una vera e propria lotta sul campo, di un crimine contro gli alimenti.
 
Il corso di addestramento e la piattaforma e-learning (http://baccusclass.unicampus.it) sono stati sviluppati in Italia dal coordinatore scientifico di BACCUS Università Campus Bio-Medico di Roma e replicati in Portogallo, Olanda e Irlanda.
 
I corsi hanno costituito un punto di verifica e di aggiornamento della piattaforma e-learning che costituirà uno strumento a disposizione di tutti gli attori impegnati sul fronte dei crimini alimentari.
 
Alla conferenza sono stati presentati i seguenti risultati di BACCUS, alla presenza delle principali autorità europee e nazionali impegnate nella sicurezza alimentare:

  1. l’istituzionalizzazione di una piattaforma di addestramento capace di professionalizzare tutti i principali attori coinvolti nella prevenzione e nella lotta contro i crimini alimentari costruendo, le basi per lo sviluppo di un piano internazionale d’azione di “food defence”;
  2. porre le basi per la costruzione, a livello Europeo, di un modus operandi unico per prevenire e combattere il crimine alimentare definendo delle misure comuni volte al potenziamento della “defence” degli alimenti;
  3. la produzione della “BACCUS Guidelines for European Food Consumers: How to defend myself from food crime” volte ad aumentare la loro consapevolezza e protezione contro crimini alimentari. Disponibile sul sito http://baccus.unicampus.it  sarà disseminata dalle Unioni Consumatori europee.
     

Indispensabili supporti alla fase di valutazione del progetto in sede europea sono state le lettere di appoggio delle seguenti importanti Istituzioni italiane interessate direttamente alla sicurezza alimentare:
- Coldiretti, lettera firmata dall’allora Presidente Dott. Sergio Marini;
- A.N.M.V.I.- Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani, lettera firmata dal Presidente Dott. Sandro Barbacini;
- Unione Nazionale Consumatori, lettera firmata dal Segretario Generale Dott. Massimiliano Dona.

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28