Home > Notizie > Skytg24 intervista Antonio Naddeo

Skytg24 intervista Antonio Naddeo

Creato il:  6 Febbraio 2013

Il Capo Dipartimento della Funzione Pubblica, Antonio Naddeo, è stato ospite, a partire dalle ore 9.15, della trasmissione in diretta su SkyTg24.
 
Al centro dell'intervista il tema della lotta alla corruzione, alla luce del nuovo allarme lanciato in questi giorni dalla Corte dei Conti.
 
"La legge sicuramente può aiutare, ma non basta a sconfiggere la corruzione. Bisogna agire sui comportamenti dei dirigenti, delle persone, della politica, perchè sono loro a conferire un indirizzo all'amministrazione. Sono i dirigenti a mandare avanti un ente, un'azienda sanitaria o un ministero" afferma Antonio Naddeo. Citando una frase di Pier Camillo Davigo, il Capo Dipartimento della Funzione Pubblica ha ricordato che "la corruzione si nutre di un'amministrazione inefficiente". 

Riguardo ai costi della corruzione in Italia, stimati in 60 miliardi di euro dalla Banca Mondiale, Antonio Naddeo sottolinea che "si tratta di una cifra approssimativa, perchè in realtà è difficile valutarne con certezza l'entità. Quel che è certo è che la corruzione è trasversale a tutti i settori e non è presente solo nella Pubblica amministrazione, come spesso invece si dice. E' un problema di tutti i cittadini".

Continua Naddeo: "Stiamo lavorando sul codice di comportamento dei dipendenti pubblici che riguarda il rapporto tra il funzionario e il cittadino. La corruzione non colpisce soltanto il settore delle grandi opere pubbliche, ma si manifesta anche nella mancia al dipendente o al dirigente con l'obiettivo di velocizzare una pratica amministrativa. Stiamo cercando di prevenire questo fenomeno anche attraverso la formazione nelle scuole, sensibilizzando gli studenti sull'etica pubblica. Anche le ricadute negative di questo fenomeno sugli investimenti stranieri nel nostro Paese sono molto elevate, soprattutto da un punto di vista del messaggio che si comunica". 

Conclude Naddeo: "Non si può pensare alla Pubblica Amministrazione soltanto come a un ente pubblico da tagliare. In questo modo è difficile renderla più efficiente. La PA eroga servizi molto importanti nel settore dell'istruzione, della ricerca e della salute, su cui non si deve risparmiare. Piuttosto che tagliare, bisogna riorganizzare e aumentare l'efficienza".
 
GUARDA L'ESTRATTO VIDEO DELL'INTERVISTA
 

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28