Home > Notizie > Smart City per il Sud: a Napoli tre giorni di formazione e scambio di esperienze

Smart City per il Sud: a Napoli tre giorni di formazione e scambio di esperienze

Creato il:  26 Marzo 2014

Un incontro delle reti di città del Mezzogiorno, imprese e cittadini che lavorano insieme per ridisegnare i contesti urbani. Si svolge a Napoli dal 27 al 29 marzo Smart City MED, una tre giorni di formazione, scambio di esperienze e divulgazione su nuovi modelli di gestione, soluzioni tecnologiche ed organizzative innovative, risorse economiche e buone pratiche di cittadinanza partecipata.

La manifestazione, a cui ci si iscrive online attraverso il sito dell'iniziativa, si tiene presso la Mostra dOltremare (Viale Kennedy - zona Fuorigrotta). Smart City MED, organizzata da FORUM PA con il patrocinio, tra gli altri, di Formez PA, ricalca l’esperienza internazionale di Smart City Exhibition e il percorso avviato con l’Osservatorio Nazionale Smart City dell’ANCI. 

Previsti gli interventi del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Vice Presidente della Camera Luigi Di Maio. Oltre al Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e al presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, interverranno nel corso della tre giorni decine di rappresentanti delle città del Sud.

Dalla nuova programmazione europea affluiranno alle città italiane circa 5 miliardi di euro. Una grande opportunità da cogliere, una sfida che non si può perdere.
 
Un’occasione importante per le città del Mezzogiorno che - come dimostra la ricerca I-city rate 2013 - hanno enormi potenzialità di crescita. “Come l’anno scorso - spiega Gianni Dominici Direttore di FORUM PA - la prima città del Sud in classifica è Cagliari, che si posiziona al 47esimo posto fra i capoluoghi di provincia italiani. Seguono Lecce (52esima) e Bari (59esima). Fanalino di coda della classifica generale sono, ancora una volta, Siracusa, Crotone, Enna e Caltanissetta. C’è quindi ancora molta strada da fare e il cammino verso la Smart City per i nostri territori è ancora pieno di ostacoli”.
 
“L'innovazione nelle città - afferma Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli con la delega alla Smart City - può far uscire dalla crisi un Paese più forte e competitivo e può promuovere una ripresa economica che offra buon lavoro ai giovani e a quanti sono stati estromessi dal mondo produttivo. Il Comune di Napoli, co-promotore dell'evento, si pone come centro di raccordo rispetto agli attori significativi e alle "eccellenze" delle città, ospitando Smart City MED, che sarà una utile occasione di lavoro, di aggiornamento, di formazione”.
 
“Con la programmazione europea 2014-2020 - ha sottolineato nel corso della conferenza stampa di presentazione il Presidente di FORUM PA Carlo Mochi Sismondi - arriveranno sulle nostre aree urbane meridionali una montagna di soldi: sempre se sapremo immaginare e progettare innovazioni possibili. L'esperienza della passata programmazione non è certo brillante, nonostante le accelerazioni di questi ultimi due anni, possiamo e dobbiamo far meglio. Ma possiamo riuscirci solo se amministrazioni, aziende, mondo della ricerca, terzo settore e cittadinanza attiva sapranno lavorare assieme. Smart City MED si propone proprio questo obiettivo”.

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28