Home > Notizie > Tariffe autonoleggio nel paese ospite più alte di quelle prenotate on line, le misure dell'Ue per contrastare il fenomeno

Tariffe autonoleggio nel paese ospite più alte di quelle prenotate on line, le misure dell'Ue per contrastare il fenomeno

Creato il:  14 Febbraio 2017

 

Nel 2016 circa 2.000 consumatori in Europa hanno segnalato problemi nel noleggio delle auto: i prezzi del noleggio delle auto nel paese di arrivo sono superiori alle tariffe prenotate on line. Un fenomeno che ha visto un notevole aumento tra il 2010 e il 2016.

Come conseguenza del forte aumento nel numero di denunce per problemi nel settore del noleggio auto, la Commissione europea e le autorità nazionali di tutela dei consumatori hanno avviato una collaborazione  a partire dal 2014 con le cinque maggiori società di autonoleggio per affrontare tali questioni.

Il 19 gennaio di quest’anno, le autorità  sono passate dalla fase di collaborazione a quella esecutiva. Le cinque maggiori società del settore - Avis, Europcar, Enterprise, Hertz e Sixt – hanno ora cambiato e migliorato le loro pratiche commerciali, le clausole contrattuali e le politiche interne nell'ambito di detto dialogo per conformarsi alle norme dell'UE in materia di tutela dei consumatori. L'associazione europea di categoria Leaseurope, che ha contribuito all'avvio dell'iniziativa dal lato del settore, sta inoltre sviluppando ulteriormente le sue linee guida per l'intero settore dell'autonoleggio.

Grazie a questa collaborazione i consumatori europei ora potranno beneficiare delle seguenti condizioni:

  • Costo totale della prenotazione che comprende tutti gli oneri inevitabili. Per esempio, se in alcuni paesi gli pneumatici invernali sono obbligatori per legge, questi verranno inclusi nel prezzo annunciato.
  • Descrizione chiara e semplice dei servizi di noleggio principali. Ai consumatori saranno fornite informazioni chiare sulle principali caratteristiche del noleggio (chilometraggio incluso, politica in materia di carburante, politica di cancellazione, obblighi di deposito cauzionale ecc.).
  • Chiarezza delle informazioni sull'assicurazione complementare. Ai consumatori saranno comunicati il prezzo e i dettagli delle assicurazioni aggiuntive facoltative, in particolare le clausole che riducono la franchigia da pagare in caso di danni. Deve essere chiaramente indicato cosa è coperto dal prezzo di noleggio di base e dalle eventuali assicurazioni aggiuntive prima che il consumatore acquisti tali prodotti.
  • Politiche trasparenti in materia di carburante. Ai consumatori verrà sempre data la possibilità di ritirare l'auto con il serbatoio pieno e di restituirla nella stessa condizione.

Per quanto riguarda i danni:

  • Procedura di ispezione dei veicoli chiara. Ai consumatori saranno fornite le ragioni e le prove di eventuali danni prima che venga incassato il pagamento.
  • Procedure di trattamento dei danni eque. Ai consumatori è data la possibilità di contestare qualsiasi danno prima che venga incassato il pagamento.

La Commissione europea e le autorità nazionali di tutela dei consumatori continueranno a monitorare da vicino il mercato del noleggio auto e la Commissione si concentrerà in modo particolare sulle pratiche di altri operatori del mercato, come gli intermediari e le altre società di autonoleggio. Tutti i soggetti dovrebbero offrire lo stesso livello di trasparenza relativamente ai servizi e ai costi.

Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:29