Home > Notizie > Terzo Evento Nazionale CAF

Terzo Evento Nazionale CAF

Creato il:  25 Ottobre 2011

Sono sempre più numerose le pubbliche amministrazioni che hanno compreso l’importanza di pianificare, valutare e migliorare nel tempo la propria performance. Un modello di riferimento a livello internazionale è rappresentato dal CAF (acronimo di Common Assessment Framework), grazie al quale è possibile puntare con una maggiore probabilità di successo a risultati sostenibili e alla soddisfazione dei cittadini-utenti. L'Italia da questo punto di vista, è uno dei paesi capofila: dai primi anni Duemila, infatti, il Ministero della Pubblica Amministrazione e il Formez si sono distinti nella diffusione di questo modello.

Ad oggi, nella banca dati centrale gestita a Maastricht dall’EIPA (European Institute of Public Administration) sono registrati 2.500 utenti CAF, cioè 2.500 amministrazioni che hanno usato a diverso titolo questo modello. In Italia siamo a quota 370: siamo tra i pochi ad avere attuato una vera e propria strategia di diffusione.
Su iniziativa del Centro Risorse Nazionale CAF si è svolto a Roma l’11 novembre il "III Evento Nazionale CAF" che si è tenuto a Roma a Palazzo Rospigliosi.

In occasione dell'evento Patrick Staes, membro dell'EIPA e responsabile del Centro Risorse Europeo CAF, ha presentato lo stato dell’arte dell’utilizzo del modello nell’UE e le linee di azione future del network europeo CAF.
"Fin dall’inizio il coinvolgimento dell'Italia nella diffusione del Common Assessment Framework Model (CAF Model) è stato molto forte - ha dichiarato Staes in un'intervista con il Servizio Comunicazione di Formez PA il vostro paese, infatti, ha svolto un ruolo particolarmente attivo, dando suggerimenti pratici e organizzando dei seminari per promuovere il modello di autovalutazione".
Sedici rappresentanti di amministrazioni e il rappresentante di un’azienda sono intervenuti portando la loro esperienza di uso del modello. Sei valutatori CAF, affiancati dagli esperti del CRCAF, sono stati impegnati nelle sessioni parallele. Per tutti i partecipanti è stato possibile intervenire ai lavori, che hanno previsto ampi spazi di discussione, con domande e riflessioni personali.

L’evento ha rappresentato un'occasione concreta di confronto fra i partecipanti, al fine di rafforzare la conoscenza del modello CAF e il know how necessari affinché l’autovalutazione diventi una pratica efficace nel produrre impatti significativi sulla performance organizzativa delle amministrazioni.

Ma non si è parlato solo di CAF. Nella sessione plenaria si è affrontato anche il tema di come sia possibile migliorare la performance in tempi di crisi e si è parlato del ciclo di gestione della performance per comprendere quale contributo l’utilizzo del modello possa dare all’attuazione della riforma introdotta dal decreto legislativo 150/2009.

 
Leggi l'Intervista integrale con Patrick Staes (EIPA)

 
Leggi la newsletter CAF per conoscere gli esiti delle attività preparatorie
 
Guarda la sintesi video

Guarda le interviste video con:
 
Carlo Flamment, Presidente Formez PA
 
Pia Marconi, Dipartimento della Funzione Pubblica
 
Patrick Staes, EIPA
 
Carmelina Di Meo Tribunale di Torino


Anna Maria Stramondo, Ministero Beni Culturali

 
Paola Scatena, Istituto Comprensivo Milanesi di Roma
 
Carla Simeone, Direzione didattica III Circolo S.Giovanni Bosco, Massafra (TA)

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:27