Home > Notizie > Un Info Day a Napoli per comunicare le opportunità di finanziamento Ue

Un Info Day a Napoli per comunicare le opportunità di finanziamento Ue

Creato il:  14 Luglio 2014

Il 10 luglio 2014 si è svolta a Napoli una giornata informativa sulle opportunità di finanziamento per la competitività e l'innovazione delle PMI nell’ambito della nuova programmazione comunitaria. Tra i partecipanti, imprenditori, società di consulenza e funzionari regionali.

L'attività è stata organizzata da Formez PA nell'ambito del Progetto POAT, che ha la finalità di incrementare l'accesso delle Regioni dell'Obiettivo di Convergenza 2012-2015 ai finanziamenti diretti della Commissione Europea. La giornata è stata ideata in collaborazione con la Direzione Generale per l’Internazionalizzazione e i Rapporti con l’Unione Europea della Regione Campania. 
 
Ha moderato l’incontro Ennio Parisi, Dirigente dell'Unità Operativa Internazionalizzazione del Sistema regionale della Regione Campania, illustrando in apertura le linee guida per l'internazionalizzazione che la Regione Campania si è data nel 2013 e gli strumenti finanziari previsti dalla programmazione regionale, tra cui il sistema innovativo dei voucher per l'acquisto di servizi di internazionalizzazione delle PMI.

La Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, nella persona di Vittorio Calaprice, ha spiegato il quadro degli obiettivi strategici entro cui si collocano i Programmi oggetto della giornata informativa. Colaprice ha citato il documento del Commissario uscente per l'Industria e l'Imprenditoria, Antonio Tajani, sul nuovo rinascimento industriale europeo e ha illustrato i numeri del bilancio assegnato dalla Commissione Europea per raggiungere l'obiettivo di far passare dal 15 al 20% il contributo delle PMI al Pil europeo.

In tal modo si incoraggerebbe un maggiore utilizzo dei fondi Ue per attirare investimenti per la competitività industriale e l'accesso al credito e per migliorare l'accesso ai mercati e il contesto in cui operano le imprese: 80 miliardi di euro del  Programma Horizon 2020, il più grande programma di ricerca del mondo, e 2,3 miliardi di euro del Programma Cosme, da cui si attende un effetto leva di 25 miliardi di euro; a questi si aggiungono 10 miliardi di euro destinati all'aumento di capitale della Banca Europea degli Investimenti.

Le opportunità dei Programmi comunitari sono state successivamente delineate dagli esperti dell'Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, APRE, e dagli esperti di Enterprise Europe Network.

Elena Giglio, punto di contatto nazionale Spazio e PMI presso APRE, ha illustrato lo Strumento dedicato alle PMI nel quadro di  Horizon 2020, aiutando le imprese presenti a districarsi nella complessa struttura del Programma; Marco Matarese, responsabile dello Sportello APRE in Campania, ha approfondito le modalità di partecipazione al bando e i requisiti di successo delle candidature.
 
Si è passati poi a introdurre Cosme, il nuovo programma a supporto della competitività delle PMI, con l'intervento congiunto dei referenti della rete Enterprise Europe Network in Campania: Simone Sparano, esperto di Unioncamere Campania e Marco Cozzolino, esperto dell'Eurosportello presso l'Azienda Speciale della Camera di commercio di Napoli.
 
La giornata si è conclusa con l'intervento di Valerio Valla, European Consulting, che ha presentato gli strumenti di accesso alla finanza di rischio per gli investimenti in ricerca e innovazione previsti all'interno dei Programmi Horizon 2020 e Cosme e gestiti dalla Banca Europea degli Investimenti o direttamente da intermediari finanziari selezionati dalla BEI e dal Fondo Europeo degli Investimenti.
 
A cura dell'Ufficio Attività Internazionali

Area tematica: 
Tipo di Contenuto: 
Data pubblicazione: 
Giovedì, 13 Luglio, 2017 - 12:28